Qual è la procedura migliore in 2024 per cambiare il colore degli occhi?

Qual è la tecnica migliore per cambiare il colore degli occhi?

Chirurgia per il cambio di colore degli occhi: sì, funziona ed è sorprendente!

 

Tutti conosciamo molto bene gli occhi e i loro effetti. Considerati come la finestra dell'anima, sono generalmente considerati la caratteristica più attraente del viso e quindi un elemento chiave di attrazione.

È generalmente noto che gli occhi chiari sono considerati più attraenti di altri tipi di occhi. Meno di un quarto della popolazione mondiale ha gli occhi chiari e la maggior parte delle star del cinema ha questa caratteristica.

 

Il colore degli occhi non è tutto e sappiamo che non riflette la personalità di una persona, ma in base a tutti i commenti positivi di donne e uomini che hanno effettuato l'intervento di cambio del colore degli occhi, possiamo dire che è qualcosa che ha cambiato (facilmente) la loro vita.

 

Alcuni non si sentono a proprio agio o attraenti con il colore dei propri occhi e potrebbero voler cambiare il colore dei propri occhi. Il colore degli occhi deriva dalle iridi e in natura esistono molti colori diversi. In alcuni rari casi il colore degli occhi può cambiare naturalmente, ma solo a causa di condizioni mediche o di cambiamenti ambientali.

I pigmenti degli occhi possono cambiare a causa di un'infiammazione, di un trauma, di una depigmentazione o a causa dello stile di vita. L'esposizione al sole, le variazioni del tasso di melanina o l'alimentazione possono influire sul colore stesso delle iridi, ma questo è appena percettibile e solo un intervento chirurgico affidabile di cambio del colore degli occhi può cambiare in modo permanente e "naturale" il colore degli occhi.

Gli interventi chirurgici per il cambio di colore degli occhi esistono da sempre e sono stati perfezionati più o meno da vent'anni. Solo da quando una delle tecniche di chirurgia per il cambiamento del colore degli occhi è stata veramente perfezionata di recente, essa è chiaramente disponibile come chirurgia estetica.

 

Quali sono i principali trucchi da sapere per individuare il giusto intervento di cambio colore degli occhi?:

- Non prendere in considerazione la procedura di trapianto dell'iride

- non eseguire la cosiddetta procedura di cambio colore degli occhi che utilizza un laser per depigmentare gli occhi invece di pigmentarli

- focus su cos'è un vero laser utilizzato per la cheratopigmentazione: un laser a femtosecondi che consente di creare un percorso per inserire i pigmenti

- verificare se la clinica fornisce una cheratopigmentazione certificata utilizzando pigmenti di grado medico approvati dalla FDA locale

- chiedere la marca del laser utilizzato e altrettanto per i pigmenti

 

 

La tecnica che descriveremo in dettaglio è fornita solo da pochi esperti al mondo. Pertanto, l'intervento non è esattamente classificato in una categoria medica specifica.

 

Avrebbe senso classificarlo come intervento di chirurgia plastica o estetica. Altri diranno che si tratta di un intervento puramente chirurgico che appartiene all'oftalmologia.

 

Poiché il mercato si evolve rapidamente, è giusto dire che finora si tratta di un intervento che appartiene all'oftalmologia. Poiché molti interventi possono essere eseguiti a scopo medico e allo stesso tempo a scopo estetico, è giusto dire che questo è un intervento di oftalmologia a scopo estetico.

 

Il fatto è che i chirurghi plastici sono formati e abituati a lavorare come chirurghi per interventi sul corpo o sul viso che comportano l'asportazione di grasso, il lipofilling, la chirurgia del naso ecc. ma non questo tipo di intervento. È considerato un intervento ibrido, quindi un intervento di chirurgia plastica del viso, ma eseguito da oculisti.

 

Di tanto in tanto, con lo sviluppo della tecnologia e delle esigenze del mercato, accade che alcuni chirurghi specializzati in una categoria medica sviluppino una nuova competenza nel loro campo. Ad esempio, i dermatologi si trovano ad affrontare ogni giorno un'enorme richiesta in termini di sbiancamento della pelle e non sono adeguatamente formati per questo. Questo perché alcuni dicono di non essere formati o di non voler essere coinvolti in trattamenti di comfort che non hanno nulla a che fare con il loro lavoro.

 

L'altra limitazione è la tecnologia. Soprattutto nel caso della cheratopigmentazione, che è un intervento fondamentale per la modifica del colore degli occhi, ciò che conta è la tecnologia utilizzata e l'esperienza del chirurgo che la utilizzerà. L'accesso alla tecnologia è ancora limitato nel 2024 in termini di costi e di qualità della tecnologia, quindi i chirurghi e le cliniche giuste saranno limitati nel prossimo futuro.

 

Come la maggior parte degli interventi chirurgici, una tecnica è stata sviluppata per riparare un trauma, una lesione e poi in seguito ci si è resi conto che poteva essere utilizzata per motivi estetici. Per questo motivo le tecniche di modifica del colore degli occhi sono disponibili in molte cliniche in tutto il mondo, ma solo per motivi medici e non per motivi estetici.

È possibile trovarla nella maggior parte dei paesi e delle cliniche, sia in cliniche oculistiche speciali che nei reparti di oftalmologia di grandi cliniche in alcuni paesi, ma è necessario sapere se è disponibile per motivi estetici.

 

                                                              Scoprite in quali paesi è disponibile l'intervento di cambio del colore degli occhi

 

È necessario informarsi, caso per caso, su quali interventi di cambio del colore degli occhi possono essere eseguiti e se sono disponibili per voi, nel caso in cui desideriate cambiare il colore dei vostri occhi per motivi estetici.

Alcuni interventi di cambio del colore degli occhi esistono da molto tempo, ma è solo grazie allo sviluppo della chirurgia e di ciò che la accompagna che abbiamo assistito a veri e propri progressi. Lenti, impianti oculari, laser o pigmenti affidabili sono in qualche modo disponibili da meno di 10 anni.

Quali sono le diverse tecniche di cambiamento del colore degli occhi? Dipende dai vostri obiettivi. Dipende se si desidera un cambiamento temporaneo, dipende dal colore attuale degli occhi, dal nuovo colore che si desidera, dal tipo di tecnica che si intende adottare.

Si può desiderare un cambiamento temporaneo del colore degli occhi e scegliere lenti a contatto colorate, oppure si può desiderare una simulazione di colore diverso e quindi scegliere di sottoporsi a un consulto oculistico che preveda la cheratopigmentazione.

Potreste voler evitare qualsiasi intervento chirurgico invasivo e quindi evitare il trapianto artificiale di iride. Potrebbe essere necessario sottoporsi a un intervento chirurgico agli occhi e, al contrario, cogliere l'opportunità di sottoporsi contemporaneamente a un intervento di trapianto di iride artificiale.

Potreste voler ottenere un colore dell'occhio più chiaro dal vostro occhio marrone e rimuovere solo il colore marrone e vedere cosa rivelerà la natura e quindi avere un azzurro o un verde chiaro con un intervento di cambio di colore dell'occhio utilizzando il laser.

Si può desiderare di avere colori non comuni e avere la possibilità di scegliere tra una vasta gamma di colori e quindi scegliere la cheratopimentazione.

 

Leggi gli interventi di cambio di colore degli occhi disponibili nelle principali cliniche del mondo, i loro benefici, i rischi, i costi e i risultati.

 

 

L'intervento di impianto dell'iride artificiale come intervento di cambio del colore degli occhi

 

Questo intervento non è nuovo. Ha lo scopo di cambiare il colore dell'iride. Il colore degli occhi è determinato dall'iride, che è un anello di fibre dietro la cornea.

L'intervento consiste nel trapianto di un'iride artificiale. L'iride artificiale è realizzata in silicone e viene trapiantata in anestesia locale per coprire l'iride naturale.

Come spesso accade, questo tipo di intervento è stato sviluppato per riparare una parte danneggiata del corpo ed è stato poi trasformato in un intervento di chirurgia plastica. Alcune persone non hanno un'iride normale a causa di alcune condizioni come l'aniridia. Altri hanno una lesione traumatica all'occhio che deve essere trattata.

L'intervento di impianto dell'iride viene spesso effettuato con un impianto di lenti, a volte con un trapianto di cornea e molto spesso con un intervento di cataratta quando i chirurghi lo consigliano vivamente e non per motivi estetici.

Il trapianto di iride può essere una soluzione in questi casi, ma a causa della sensibilità di questa parte del viso e della tecnica è tutt'altro che un intervento semplice. Secondo la maggior parte degli oculisti, questo intervento è consigliato solo in alcuni casi specifici. Se l'intervento è ancora disponibile in alcune cliniche e in alcuni paesi, è sempre più difficile trovarlo, soprattutto con lo sviluppo di interventi più affidabili.

L'intervento non sembra molto sicuro, come dicono alcuni oculisti. Sebbene sia la stessa tecnica utilizzata per l'intervento di cataratta, si sono verificati molti casi di complicazioni. Sembra che la maggior parte delle complicazioni si sia verificata per coloro che hanno deciso di sottoporsi all'intervento per motivi estetici. Esistono diversi tipi di rischi, ma il principale e ovvio è quello di compromettere la propria visione.

Alcuni hanno riferito di aver perso gran parte della vista, altri una visione ridotta o addirittura lesioni alla cornea. Altri hanno riferito di aver sofferto nella zona oculare a causa del dolore provocato dall'infiammazione della cornea.

In alcuni casi alcuni pazienti hanno dovuto prevedere un intervento chirurgico di inversione, quando possibile. Sottoporsi a un intervento di trapianto è già un rischio, ma averne un secondo per invertirlo è un rischio aggiuntivo. Nel 2024 abbiamo notato che l'intervento di trapianto di iride artificiale è sempre meno disponibile come intervento di chirurgia plastica.

Sebbene i pazienti vogliano avere una scelta informata e siano consapevoli che si tratta di un intervento vietato in paesi come l'Europa e gli Stati Uniti, con l'FDA, si concentrano ora su nuove tecniche, poiché molti desiderano davvero cambiare il colore degli occhi.

Si consiglia vivamente di leggere molto sugli interventi di cambio del colore degli occhi e di fare una scelta informata. Qualunque sia il vostro livello di decisione, prima di sottoporvi a un intervento chirurgico per il cambiamento del colore degli occhi, dovrete consultare un oculista. In pratica, qualunque sia la tecnica scelta quando si decide di cambiare il colore degli occhi, è sempre obbligatorio un consulto con un oculista prima di sottoporsi all'intervento.

Il protocollo abituale per la chirurgia del cambiamento di colore degli occhi prevede prima un consulto con un oculista, poi esami di laboratorio oculistici, poi un consulto con un anestesista e solo dopo si può iniziare l'intervento. Per motivi di pianificazione, la maggior parte delle volte i futuri pazienti si recano dall'estero per sottoporsi all'intervento e pianificano le 4 fasi consecutive, ma una clinica seria di chirurgia del cambiamento di colore degli occhi interromperà l'intervento pianificato se per qualsiasi motivo il futuro paziente all'ultimo momento non vuole proseguire con l'intervento.

Va da sé che qualsiasi ragione medica che impedisca al futuro paziente di sottoporsi all'intervento di cambio del colore degli occhi sarà un motivo immediato per interrompere il processo.

Prima di sottoporsi a un intervento chirurgico di cambio del colore degli occhi, è necessario controllare la seguente lista di controllo in 7 fasi:

- Verificare se il consulto dell'oculista precede quello dell'anestesista o di qualsiasi altra équipe chirurgica.

 

- Verificare se l'oculista sarà o meno il vostro chirurgo per l'intervento di cambio del colore degli occhi.

 

- Chiedere all'équipe medica qualsiasi documentazione, foto prima e dopo l'intervento e spiegazioni sull'intervento.

 

- Fornire l'anamnesi completa e in particolare l'anamnesi degli occhi.

 

- Fornire una documentazione medica o un parere medico prima del consulto per verificare se si è un potenziale candidato all'intervento di cambio del colore degli occhi

- Informatevi sulla chirurgia e sulle sue varie tecniche.

 

- Preparare le domande relative al vostro obiettivo preciso, alle vostre preoccupazioni, alle potenziali complicazioni, alla possibilità di invertire la rotta, ecc.

Perciò questo intervento ambulatoriale è consigliato in alcuni casi e non in altri.

 

 

Quando è consigliato l'intervento di trapianto di iride?

 

 

 

Come già accennato, in molti casi il trapianto di iride artificiale può essere consigliato per varie ragioni mediche, ben lontane da ragioni puramente estetiche o di comfort.

Alcuni possono aver bisogno di riparare l'iride a causa di lesioni, malattie o motivi genetici. L'obiettivo principale è quello di migliorare la visione.

Gli impianti hanno iniziato a comparire in alcuni paesi europei e negli Stati Uniti negli anni '50, ma sono stati realmente sviluppati negli anni '70 con diversi tipi di impianti con varie tonalità di colore, lenti iridee a diaframma e persino alcune iridi personalizzate.

Come funziona l'iride e a cosa serve? L'iride è un anello di fibre muscolari di diversi colori. Anche se possiamo definire alcuni colori standard, in realtà ce ne sono migliaia di diversi e un impianto di iride artificiale potrebbe non ripristinare esattamente il colore originale.

Oltre a fornire il colore, l'iride si modifica in modo permanente espandendosi o contraendosi e cambiando così le dimensioni della pupilla in base all'intensità della luce di fronte all'occhio. In questo modo la visione si adatta all'ambiente che si ha di fronte e si mette a fuoco.

Queste funzioni aiutano la visione e qualsiasi trauma o difetto si ripercuoterà sulla visione e quindi potrebbe essere necessario un impianto di iride artificiale.

Quali sono i motivi principali per cui devo sottopormi a un intervento di cambio di colore dell'iride artificiale?

Può essere necessario migliorare la visione con questo tipo di intervento nei seguenti casi:

- Perdita chirurgica dell'iride

- Atrofia dell'iride dovuta all'insorgenza di un herpes

- Un difetto dovuto a un incidente o a un intervento chirurgico

- Depigmentazione delle iridi dovuta a condizioni genetiche o ad altre circostanze.

- Un coloboma dell'iride che in alcuni casi può essere problematico.

Se sono un buon candidato per il trapianto di iride, cosa devo fare?

Non è possibile effettuare un trapianto di iride artificiale con esami intensivi. È necessaria una visita oculistica approfondita che verifichi la refrazione, la pressione intraoculare, un test standard dell'acuità visiva e un'oftalmoscopia della retina. 

Il paziente sarà inoltre sottoposto a una microscopia speculare e a una gonioscopia. Verrà misurato il diametro corneale ma anche la profondità della camera anteriore.

 

L'oculista o la clinica oculistica controllerà l'esatto colore dell'iride, comprenderà la vostra anamnesi completa con un questionario medico e determinerà quali potenziali malattie o farmaci possono influenzare le vostre iridi.

Come già accennato, questo intervento è sconsigliato dalla maggior parte delle amministrazioni farmaceutiche e le tecniche si sono evolute nel tempo. Nel caso degli Stati Uniti, sebbene vietato dalla FDA, l'intervento è stato autorizzato caso per caso solo per motivi medici.

Chi desiderava e desidera tuttora sottoporsi a un intervento di trapianto artificiale di iride per cambiare il colore degli occhi può comunque recarsi in alcuni Paesi in cui non è vietato. Nella maggior parte dei casi si può trovare in Asia o in Sud America. Ma ora questo intervento sta per essere ridimensionato perché sono emersi interventi più affidabili ed efficienti.

Anche l'intervento di impianto di iride artificiale è migliorato grazie allo sviluppo di un nuovo tipo di impianto nel 2018. Fornito dal produttore di prodotti sanitari HumanOptics, un nuovo impianto dell'iride è stato approvato dalla FDA americana e ha quindi facilitato l'accettazione dell'intervento.

Tuttavia, anche se approvato da alcune amministrazioni farmaceutiche, l'intervento di impianto dell'iride artificiale richiede una lunga lista di controllo, come già detto, e un protocollo rigoroso.

Anche in questo caso si deve accettare l'intervento solo se si ha una scelta informata e si confrontano le tecniche esistenti. Tutto questo per evitare complicazioni e potenziale cecità.

Innanzitutto non troverete una clinica oculistica che esegua questo tipo di intervento nella vostra strada. Potete fare tutti gli esami di laboratorio, trovare l'oculista giusto che diventerà il vostro chirurgo.

Dopo aver seguito la lista di controllo, dovrete programmare il vostro budget, poiché nella maggior parte dei casi si tratta di un intervento a pagamento.

Il protocollo richiede di essere prudenti nei giorni successivi all'intervento e di evitare la luce in generale. È possibile che per alcuni giorni la visione sia alterata, soprattutto se si ha molta luce intorno. Dovrete quindi evitare l'esposizione al sole per diverse settimane. Il chirurgo vi consiglierà in alcuni casi alcuni antidolorifici e gocce speciali.

Quanto costa l'intervento di impianto di iride artificiale? È difficile rispondere, poiché la maggior parte delle autorità farmaceutiche vieta l'intervento, a meno che non sia approvato dalla FDA. Se si aggiungono le consulenze, le visite post operatorie e gli interventi chirurgici correttivi, il costo supera i 10.000 dollari nel 2024.

Ora, soprattutto nel 2024, è possibile scegliere un intervento più sicuro e non proibito per cambiare il colore degli occhi.

Molti di coloro che hanno evitato di effettuare un cambio permanente dell'iride con un impianto artificiale hanno provato le lenti a contatto colorate.

 

Le lenti a contatto colorate come soluzione per cambiare temporaneamente il colore degli occhi?

 

Fin dagli albori delle lenti a contatto, i colori sono stati un elemento chiave per i loro utilizzatori. Le lenti a contatto per occhi possono essere utilizzate come lenti a contatto per correggere la vista o come lenti colorate per scopi cosmetici o per entrambe le cose.

 

Se avete bisogno di avere una visione migliore e indossate le lenti a contatto, perché non cogliere l'opportunità di cambiare il colore dei vostri occhi?

 

Le lenti a contatto colorate, note anche come lenti decorative, possono cambiare il colore dell'occhio o della pupilla con o senza correzione della vista.

 

Come spesso accade, ogni normativa medica è diversa da un paese all'altro. Per questo motivo alcuni aggirano le normative ed evitano di leggere le istruzioni di sicurezza e le prescrizioni obbligatorie. In molti Paesi l'uso di lenti a contatto colorate richiede una prescrizione medica.

 

Nella maggior parte dei paesi asiatici, del Medio Oriente, degli Stati Uniti, dell'Europa, ecc. è necessario un consulto con un oculista per ottenere la prescrizione di lenti a contatto colorate.

 

Nella maggior parte delle normative, le lenti a contatto colorate sono considerate dispositivi medici e pertanto richiedono la consulenza di un medico. Non si tratta di una semplice formalità: il rischio è quello di contrarre infezioni agli occhi, problemi alla vista e anche peggio.

 

L'oculista verificherà se le lenti sono adatte ai vostri occhi, misurerà le dimensioni, controllerà i componenti e capirà le vostre motivazioni.

 

Le lenti colorate sono sempre vendute con note mediche e una chiara spiegazione sulla prescrizione obbligatoria, ma non sempre si sa in anticipo che è obbligatoria. Normalmente i fornitori di servizi sanitari forniscono ai futuri utenti il dispositivo solo dietro una vera prescrizione medica, ma è possibile trovare rivenditori online e altri modi per aggirare la maggior parte delle norme.

 

È quindi chiaramente consigliabile evitare di saltare questo passaggio e applicare le norme per la propria sicurezza.

 

I venditori online hanno trovato un altro modo per venderle e offrono solo lenti a contatto approvate dalla Drug Administration, come fa la FDA.

Quanto costano le lenti colorate per occhi rispetto al trapianto di iride artificiale? Non c'è paragone tra questo dispositivo temporaneo (medico) e un intervento chirurgico, ma per quanto riguarda le lenti dipende dalla marca, dalla scarsità del colore, da dove viene prodotto, da quanto è conforme alle varie normative mediche. Bisogna aggiungere il prezzo della consulenza ogni volta, ma si tratta di centinaia di dollari al massimo.

 

Ottenere un preventivo gratuito per la chirurgia di cambio del colore degli occhi

 

  

 

Purtroppo è anche possibile trovare, soprattutto online, alcuni venditori che affermano che non è necessaria la prescrizione medica. Questi commenti sono non conformi e fraudolenti.

 

 

 Uno dei rischi di avere lenti a contatto colorate senza prescrizione è quello di avere lenti del tipo sbagliato e della misura sbagliata che non si adattano in qualche modo ai vostri occhi.

 

In caso di lenti non conformi o utilizzate senza prescrizione medica, in alcuni casi può essere necessario un intervento di chirurgia oculare, come il trapianto di cornea.

 

La normativa statunitense è piuttosto severa e dal 2005 vieta a qualsiasi presunto operatore sanitario di vendere lenti a contatto senza prescrizione, con sanzioni civili fino a 16.000 dollari. Purtroppo molti Paesi sono meno severi e alcuni addirittura non hanno alcuna regolamentazione in merito.

 

Anche se avete una prescrizione medica, non potete indossare lenti a contatto colorate così facilmente. È necessario seguire le istruzioni del produttore e del proprio oculista. Le istruzioni di sicurezza sono molto severe per quanto riguarda i componenti, i dispositivi autentici e quelli non contraffatti, ma anche l'imballaggio. Non si può o non si può aprire le lenti, reimballarle e indossarle se sono già state usate da qualcun altro.

 

Dovete anche controllare due volte i componenti, la marca, la misura (come prescritto dal vostro oculista), la data di scadenza, le istruzioni per la disinfezione, la marca ecc.

 

Va da sé, ma è sempre bene ricordarlo, che qualsiasi fastidio, anche se siete nel bel mezzo di una festa di Halloween, vi farà suonare immediatamente un campanello d'allarme e dovrete smettere di indossarli immediatamente.

 

Può trattarsi di un fastidio generale, ma anche di dolore, perdite, occhi rossi, piccole infezioni.

 

Una volta ottenuta la prescrizione, potete scegliere il vostro colore preferito per cambiare (temporaneamente) il colore dei vostri occhi.

 

Si può optare per lenti scure che spesso danno l'impressione di una tonalità di colore più chiara. Altre lenti colorate sono realizzate per occhi chiari, come il blu brillante, il verde chiaro o il verde scuro. Non cambieranno esattamente il colore dei vostri occhi, ma ne esalteranno il colore stesso.

  

In alcuni casi è possibile scegliere lenti colorate personalizzate. Si adatteranno ai vostri occhi, soprattutto se avete un'iride particolare o se soffrite di lesioni oculari.

 

In pratica, le lenti colorate sono più adatte a chi le usa spesso e vuole familiarizzare con esse per qualche tempo, piuttosto che a chi si diverte per una festa elegante.

 

Il vantaggio delle lenti colorate è che si possono indossare a piacimento. Potete gettarle via se volete smettere di indossarle, cambiare il colore indossandone altri (a patto che abbiate informato il vostro oculista). D'altra parte, avete capito che indossate un dispositivo medico che si aggiunge alle vostre iridi e che non è permanente per definizione. Potrebbe essere necessario cambiarlo dopo alcuni giorni, richiedere un'igiene rigorosa, ecc.

 

Per questo motivo l'intervento di modifica permanente del colore degli occhi potrebbe essere un'opzione per altri.

 

Il raggio laser come intervento chirurgico di cambio del colore degli occhi per depigmentare gli occhi

 

La chirurgia laser è uno dei principali interventi per cambiare in modo permanente il colore degli occhi

 

Questo intervento utilizza un raggio laser e il suo obiettivo principale è quello di rimuovere i pigmenti naturali.

Utilizza il laser ed è stato sviluppato solo per trasformare gli occhi marroni in blu. La melanina, presente non solo sotto la pelle, è un produttore naturale di "pigmenti". Il marrone delle iridi quando si hanno gli occhi sopraccigliati deriva dalle cellule di melanina.

Queste cellule colorano l'iride e senza di esse lo strato di colore marrone lascerebbe un colore blu o verde chiaro, poiché questi colori non hanno pigmenti.

L'intervento è quindi una sorta di depigmentazione dell'iride eseguita con un raggio laser e serve solo a trasformare gli occhi marroni in occhi blu o talvolta verdi. Se si desidera il contrario o qualsiasi altra tonalità di colore o se si hanno occhi neri o non marroni, non sarà possibile.

Questo intervento è stato sviluppato principalmente negli Stati Uniti con l'ausilio di un laser a bassa energia utilizzato da alcuni oftalmologi e spesso noto come rimozione laser del pigmento. Potrebbe essere assimilato ad alcuni interventi di depigmentazione che si trovano spesso nelle tecniche di sbiancamento della pelle che hanno lo stesso obiettivo, ovvero ridurre il tasso di melanina, ma essendo per gli occhi non ha nulla a che fare.

Si tratta di un intervento di rimozione del pigmento e non di un intervento di pigmentazione o di modifica del pigmento che spesso viene chiamato cheratopigmentazione. 

La maggior parte degli interventi e delle sperimentazioni per la rimozione del pigmento laser dagli occhi sono stati sviluppati negli Stati Uniti, mentre è in Europa, e principalmente in Francia, che è stata sviluppata la chirurgia per la modifica del colore degli occhi mediante l'uso di pigmenti.

 

Sebbene l'intervento di rimozione del pigmento laser non sia stato approvato dalla maggior parte delle amministrazioni farmaceutiche, come la Food and Drugs Administration americana, l'intervento viene comunque offerto da alcuni operatori sanitari.

 

La Stoma Company negli Stati Uniti offre un intervento laser per trasformare il colore degli occhi da marrone a marrone più chiaro, nocciola, grigio, azzurro o verde.

 

Tecnicamente, il raggio laser a bassa energia attraversa la cornea trasparente dell'occhio riscaldando i pigmenti marroni o la melanina come strato colorato delle iridi.

 

 Una volta riscaldati e distrutti i pigmenti, lo strato sottostante è di colore blu o verde. Tecnicamente parlando, il pigmento delle cellule di melanina ricopre l'iride con un colore marrone, lasciando naturalmente il colore blu o verde che non ha pigmenti.

 

Questo intervento è ancora in fase di sviluppo e richiede tre o quattro interventi. L'azienda afferma che i risultati sono soddisfacenti e permanenti. L'azienda è ora in attesa dell'approvazione della FDA.

Poiché molti oculisti negli Stati Uniti e altrove sono contrari a questo tipo di intervento, sembra che il brevetto in attesa di approvazione da parte della FDA possa durare a lungo.

 

In breve, l'intervento con il raggio laser è meno costoso dell'impianto e del relativo intervento. In generale, nel 2024, è simile in termini di costi all'intervento di cheratopigmentazione, ma i risultati e la "qualità" sono diversi.

 

Qual è allora l'intervento più sicuro ed efficace per cambiare il colore degli occhi, la tecnica di pigmentazione oculare nota anche come cheratopigmentazione?

 

La cheratopigmentazione come intervento sicuro ed efficace per il colore degli occhi?

 

Che cos'è la cheratopigmentazione? "La cheratopigmentazione è un intervento chirurgico di modifica del colore degli occhi che utilizza pigmenti medici e un laser a femtosecondi.

 

L'intervento esiste da molto tempo, ma grazie alla tecnologia laser di alto livello e ai pigmenti sicuri e certificati, da una decina d'anni è diventato un vero e proprio game changer.

 

Sì, potete scegliere il colore dei vostri futuri occhi e i risultati sono semplicemente sorprendenti!

 

Si può dire che non c'è nulla di nuovo come le lenti a contatto colorate, gli impianti di iride artificiale o la tecnica di depigmentazione laser possono fare il lavoro, quindi qual è la differenza tra queste tecniche e la tecnica di cheratopigmentazione?

 

La cheratopigmentazione è stata sperimentata da qualche decennio a questa parte, ma senza la giusta tecnologia e vi spieghiamo perché.

 

In breve, la cheratopigmentazione viene eseguita da alcuni operatori sanitari che non utilizzano la tecnologia laser adeguata e, soprattutto, i giusti pigmenti certificati.

 

La maggior parte dei feedback dei pazienti e il confronto tra i diversi interventi di modifica del colore degli occhi ci fanno pensare che la cheratopigmentazione sia il miglior intervento di modifica del colore degli occhi, se fornito dai giusti operatori sanitari.

 

Le lenti a contatto colorate sono temporanee e non risolvono la questione di avere un nuovo colore degli occhi permanente e naturale. L'aspetto positivo è che sono temporanee, ma d'altra parte potreste non essere dei buoni candidati e non sono adatte a tutti. Inoltre, il tempo a disposizione per indossarle è limitato, è necessaria una prescrizione medica ogni volta e occorre una rigorosa manutenzione igienica. Si tratta quindi più di una soluzione temporanea che di altro.

 

L'intervento di impianto di iride artificiale è vietato nella maggior parte dei Paesi ed è rischioso, quindi cosa rimane, la chirurgia oculare laser?

 

Sì, questa è una soluzione, ma limitata perché bisogna avere gli occhi marroni e bisogna accettare di avere un futuro colore degli occhi che non è certo, o verde o blu con diverse sfumature.

 

Inoltre, l'intervento di modifica del colore degli occhi con il laser a bassa energia è un intervento di depigmentazione che può essere rischioso, se si fa riferimento ai commenti di cui sopra. Altri sostengono che l'intervento è temporaneo, poiché il tasso di melanina ritorna naturalmente e bisogna ricominciare l'intervento. Probabilmente non vale la pena provare questa tecnica per cambiare il colore degli occhi, considerando l'incertezza del risultato, il costo e le possibili complicazioni. 

 Poi arriva l'intervento di cheratopigmentazione che è davvero L'intervento per cambiare il colore degli occhi?

 

 Scoprite quali cliniche forniscono la cheratopigmentazione per cambiare il colore degli occhi.

Vi spiegheremo perché la cheratopigmentazione, se fornita dalla clinica giusta e con la tecnologia giusta, potrebbe essere l'opzione migliore per cambiare il colore degli occhi in modo naturale.

 

Dobbiamo spiegare come funziona la tecnica, in che modo è diversa da altri interventi di cambio del colore degli occhi, quali sono i rischi e i limiti. È inoltre necessario conoscere tutti i dettagli pratici necessari, come il costo della cheratopigmentazione, dove trovare la clinica giusta per l'intervento di cambio del colore degli occhi, come ottenere un preventivo, prenotare il servizio, ecc.

 

La cheratopimentazione o pigmentazione dell'iride non è un intervento nuovo.

 

Esiste fin dall'Impero Romano e presumibilmente è stata sviluppata all'epoca solo per motivi medici. Ciò che è nuovo è il modo in cui la tecnologia viene utilizzata per questo intervento.

 

L'intervento di modifica del colore dell'occhio con la tecnica della cheratopigmentazione funziona in modo sicuro solo grazie alla combinazione di due tecnologie, il laser e i pigmenti. Va da sé che per gestire questa tecnologia è necessario il giusto chirurgo oculista esperto e preparato. Nel 2024 meno di dieci oftalmologi padroneggiano la tecnica, ma lo sviluppo di un'Accademia dedicata e la domanda sembrano cambiare il ritmo di sviluppo.

 

La cheratopigmentazione è innanzitutto un intervento chirurgico sviluppato per trattare gravi patologie oculari prima di essere un intervento di chirurgia estetica.

 

 

 

 

Chirurgia di cheratopigmentazione dell'occhio per il cambiamento di colore Dettagli pratici

 

  Chirurgia ambulatoriale (solo 1h di seduta)

  Consultazione + day surgery + consultazione post operatoria in meno di 24 ore.

   In anestesia locale 

 

 Da sempre alcuni pazienti presentano gravi difetti dell'iride e necessitano di un trattamento adeguato. Alcuni possono avere un difetto di colore nell'iride, altri una leucocoria, cicatrici nella cornea, iridi ferite a causa di un incidente, sindromi di Urrets-Zavalia o diplopia, per esempio.

 

La soluzione sviluppata da sempre, ma con precisione da trent'anni, è quella di utilizzare la cheratopigmentazione come tecnica per pigmentare o ripigmentare l'iride. Spesso viene definita come un intervento di tatuaggio medico applicato all'oftalmologia.

 

Sebbene l'intervento sia molto tecnico e richieda grandi investimenti in attrezzature, è possibile trovarlo in diverse cliniche in tutto il mondo. Alcuni oculisti si sottopongono a questo tatuaggio della cornea in casi molto specifici e sembra che, senza statistiche, solo poche migliaia di interventi vengano eseguiti ogni anno nel mondo.

 

L'intervento è ben conosciuto e documentato da diversi oftalmologi. Si parla ad esempio di tatuaggio della cornea, di tatuaggio corneale come trattamento alternativo per cicatrici corneali deturpanti o anche di tatuaggio di colorazione corneale lamellare anteriore Femtosecond-assistita in un occhio cieco con leucocoria o di tatuaggio corneale intrastromale come trattamento in un caso di diplopia strabica intrattabile.

 

La documentazione comprende anche articoli e relazioni sulla cheratopigmentazione assistita da femtosecondi per il ripristino funzionale e cosmetico nell'atrofia iridea essenziale o come tecnica a doppio tunnel nella gestione di un caso di sindrome di Urrets-Zavalia o come trattamento in un caso di diplopia strabica intrattabile.

 

Il protocollo tecnico per la chirurgia del cambiamento di colore dell'occhio con la documentazione della tecnica di cheratopigmentazione comprende spesso le varie fasi seguite dagli oftalmologi, tra cui:

 

La situazione attuale dell'iride e della cornea per ciascun occhio

Eventuali complicazioni rilevanti dell'anamnesi oculistica

La conta delle cellule corneali

Lo spessore corneale

La pressione intraoculare

L'incisione con il laser a femtosecondi e la sua profondità

La creazione del tunnel e le sue dimensioni

Quale pigmento e in quale quantità viene inserito

 

I rapporti riportano poi i commenti del paziente, se c'è una sensazione di disagio, qual è lo stato della visione, come viene mantenuto il pigmento. Vengono anche riportati i test preliminari all'intervento e quelli effettuati una volta terminato l'intervento.

Alcuni oftalmologi conducono anche studi di lunga durata ed eseguono gli stessi test nel tempo su alcuni pazienti per controllare parametri e metriche al fine di documentare il loro lavoro.

 

Il protocollo preopt è piuttosto facile e semplice. I pazienti ambulatoriali, dopo gli esami oculistici e un consulto, devono pulire gli occhi con salviette speciali per diversi giorni.

 

Poi, con delle gocce nell'occhio, il paziente ambulatoriale (trattandosi di un day surgery) viene sottoposto a un potente laser a femtosecondi specifico.

 

Uno dei migliori laser a femtosecondi è quello fornito dalla Carl Zeiss, in Germania, con un software specifico.

Il laser è uno degli elementi chiave che devono essere presenti nella check list di chiunque voglia sottoporsi a un intervento di cheratopigmentazione. Non tutti gli ambulatori o le cliniche oculistiche dispongono di questo tipo di apparecchiatura, poiché si tratta di un grosso investimento che deve essere padroneggiato da oculisti esperti.

Si consiglia di verificare nel preventivo o durante la consultazione il tipo e la marca di apparecchiatura laser a femtosecondi di cui dispone la clinica prima di iniziare.

La tecnica consiste nell'utilizzare, ad esempio, un laser a femtosecondi VisuMax con il programma Intra-Corneal Ring, creando un tunnel per l'inserimento di anelli intracorneali (utilizzati nel trattamento del cheratocono o della miopia moderata). Il chirurgo creerà un tunnel e ne riporterà i diametri interni ed esterni, la profondità dell'incisione, l'angolo, ecc. Anche il metodo di iniezione del pigmento può essere dettagliato dal chirurgo.

Anche il protocollo post operatorio è piuttosto leggero e per alcuni periodi vengono prescritte solo gocce. Come già detto, il chirurgo effettuerà dei test della vista prima della dimissione.

 

Come e dove posso trovare la giusta clinica per la cheratopigmentazione degli occhi?

 

Come già detto, l'intervento di cheratopigmentazione non è nuovo e si può trovare in poche decine di cliniche in tutto il mondo.

Disponibile soprattutto nei grandi reparti di oftalmologia delle cliniche internazionali accreditate JCI e utilizzate per trattare gli interventi di traumatologia, è disponibile anche in alcune cliniche oculistiche di alcune capitali.

Ma è necessario informarsi prima se forniscono l'intervento a scopo estetico. Come già detto, la maggior parte degli oculisti è riluttante a sottoporsi a questo tipo di intervento per quello che si ritiene un trattamento di comodo o semplicemente perché non ha l'esperienza necessaria per farlo. Pertanto, è un compito piuttosto scrupoloso verificare in ogni clinica disponibile se la cheratopigmentazione è un intervento di chirurgia plastica o estetica.

Poiché il mercato della cheratopigmentazione è in espansione e, come spesso accade, la domanda segue l'offerta, abbiamo notato che alcuni noti chirurghi plastici o cliniche di chirurgia plastica offrono questo intervento. Se si guarda più da vicino, si nota che si tratta di una collaborazione tra cliniche di chirurgia plastica e alcuni oculisti.

 Una volta che si è certi che una clinica fornisce la tecnica di cheratopigmentazione per il cambio di colore degli occhi per motivi estetici, si deve verificare quali sono i colori esatti forniti e se sono quelli desiderati.

Poi si deve verificare se si è un buon candidato per cambiare il colore degli occhi, ma in genere questo passaggio avviene dopo aver trovato la clinica giusta.

 

 La mia lista di controllo della tecnica di cheratopigmentazione

 

Poiché non tutte le cliniche offrono la tecnica di cheratopigmentazione per motivi estetici, verificate se offrono queste 3 condizioni per avere un intervento sicuro di cheratopigmentazione

  Quali sono le attrezzature e i laser forniti dalla clinica?

  Qual è il background e l'esperienza del chirurgo?

  Quali pigmenti vengono forniti e quanto sono sicuri?

La tecnica di cheratopigmentazione si avvale di un potente laser dedicato

 

Uno dei criteri principali è che la clinica oculistica disponga della giusta attrezzatura laser per eseguire l'intervento di cambio di colore degli occhi con la tecnica della cheratopigmentazione.

Questa tecnologia è piuttosto complessa e la clinica ha bisogno del dispositivo giusto, del software che lo accompagna e del personale adeguatamente formato. Queste condizioni costituiscono una sorta di barriera per i chirurghi che vogliono fornire interventi veloci e non affidabili.

Non tutte le cliniche oculistiche o i professionisti privati dispongono di un laser a femtosecondi. Questa tecnologia ad alta energia è un laser a infrarossi con una lunghezza d'onda di 1053 nm.

Viene spesso utilizzato per diversi interventi di chirurgia oculare e non solo per la cheratopigmentazione.

Si può avere un consulto con un oculista, che poi affitterà per diverse ore una sala di chirurgia oculare in una clinica oculistica o nel reparto di oftalmologia di una grande clinica. Molti chirurghi oculisti non possono permettersi tali apparecchiature o devono affittarle insieme ai locali per motivi pratici.

Il femtolaser sarà la tecnologia giusta producendo fotoionizzazione e fotodistruzione dei tessuti del paziente. Il sistema di accensione del laser consente di generare molecole ionizzate. Questo laser ha solitamente una durata dell'impulso molto elevata, in media circa un miliardesimo di secondo.

La funzione principale del laser è quella di avere un fascio ad altissima intensità con sessioni estremamente brevi. Nel 2024 la maggior parte dei laser a femtosecondi ha una frequenza di 150 kHz, anche se alcune marche e tecnologie possono differire in termini di frequenza e intensità.

Il mercato dei laser a femtosecondi è cambiato molto da trent'anni a questa parte e la maggior parte di essi proviene dalla Germania o dagli Stati Uniti, come Abbott Medical Optics, Carl Zeiss, Alcon Laboratories o Perfect Vision.

Prima dello sviluppo della cheratopigmentazione, questi laser a femtosecondi venivano utilizzati dagli oftalmologi soprattutto per gli interventi di chirurgia refrattiva della cornea.

 

L'esperienza del chirurgo della cheratopigmentazione

 

Non c'è bisogno di dirlo, ma vale la pena ricordare che il vostro chirurgo deve essere un oftalmologo e avere una formazione chirurgica. Inoltre, deve essere addestrato alla tecnologia del laser a femtosecondi e deve padroneggiare il suo software. Non tutti gli oculisti sono in grado di farlo e dovrete informarvi sulle attrezzature utilizzate per l'intervento di cheratopigmentazione.

Cambio di colore degli occhi: fa per me?

Per quanto riguarda i pigmenti per la cheratopigmentazione, è necessario informarsi sulla marca, sull'affidabilità, sulla certificazione ed eventualmente sui precedenti.

Se il vostro chirurgo di cheratopigmentazione sarà in grado di fornirvi informazioni sui locali, sulle attrezzature, sulla tecnica esatta utilizzata ma anche sul suo background, significa che potrete spuntare alcune caselle nella vostra lista di controllo.

Non dimenticate che non è perché il vostro oculista è uno specialista in chirurgia refrattiva con le attrezzature giuste che saprà come eseguire correttamente una cheratopigmentazione. Bisogna essere sicuri che faccia parte della sua esperienza e chiedere i precedenti. Anche in questo caso i chirurghi in grado di farlo nel 2024 sono meno di una dozzina. Lo sviluppo del mercato della cheratopigmentazione e di un'Accademia dedicata farà certamente crescere questo numero negli anni 2024 e 2025.

Ora che questi criteri sono stati verificati due volte, rimane l'ultimo che i pigmenti utilizzati per colorare le iridi.

 

Pigmenti per colorare gli occhi nella tecnica di cheratopigmentazione

 

I pazienti che si sottopongono alla chirurgia del colore degli occhi si concentrano spesso sui colori, su quali colori sono disponibili, se questo nuovo colore mi starà bene, se il mio nuovo viso piacerà agli altri? Il colore sarà stabile, posso fare una simulazione? Questo colore si adatta al mio colore di capelli e alla mia carnagione? Gli altri mi noteranno di più con un blu chiaro, un verde smeraldo, ecc.

Queste domande sono normali, ma i pazienti devono concentrarsi anche sui componenti e sulla qualità dei pigmenti. Una volta scelto un colore per le pareti di casa, ci si rende subito conto che la qualità è importante, che alcuni pigmenti possono svanire rapidamente, che le macchie o la luce li rendono diversi da come si pensava inizialmente.

Nella cheratopigmentazione i pigmenti vengono inseriti e messi al di sopra del colore attuale delle iridi in modo da mostrare un altro colore. Per questo motivo l'intervento non è così invasivo, poiché non vi è un processo di depigmentazione come nel caso della chirurgia a raggi laser.

La maggior parte dei colori richiede un solo pigmento, ma alcuni richiedono due pigmenti, il che potrebbe incidere sul prezzo totale.

Inoltre, non si tratta di un colore per pareti che può essere cambiato, ma di un colore che deve piacere, essere stabile e tollerato dal corpo.

La qualità e i componenti dell'intervento di cheratopigmentazione oculare sono davvero fondamentali.

► La chirurgia per il cambiamento del colore degli occhi è sicura e come sceglierla?

Perché? Perché da anni molti chirurghi "cattivi" forniscono cheratopigmentazioni utilizzando diversi tipi di pigmenti e spesso da soli, senza il minimo controllo, track record o certificazione. Sì, soprattutto in Asia e in Africa è possibile inserire qualsiasi tipo di pigmento che si possa trovare per i tatuaggi, ad esempio in chirurgia dermatologica o con qualsiasi mezzo.

Pensereste a un intervento odontoiatrico senza conoscere la marca dell'impianto? Vi sottoporreste a un intervento al ginocchio senza sapere quale materiale invasivo esterno viene inserito nel vostro corpo? Lo stesso vale per la cheratopigmentazione: i pigmenti utilizzati sono un elemento fondamentale. Inserireste nella vostra testa migliaia di fibre artificiali esterne estranee, note come Biofibre, senza chiedervi se l'apparecchio è un dispositivo medico certificato e approvato dalle autorità farmaceutiche?

Il pigmento deve inoltre essere biocompatibile.

La cosa migliore è assicurarsi che i pigmenti utilizzati abbiano un'esperienza consolidata e siano stati usati in precedenza come dispositivi medici per tatuaggi.

Finora abbiamo notato che i pochi oftalmologi al mondo che offrono questo tipo di chirurgia per il cambio di colore degli occhi utilizzano pigmenti propri. Alcuni dicono che si tratta di un segreto, brevettato, altri dicono che si tratta di quel marchio ma è il loro marchio.

 

   Voglio saperne di più sull'intervento di cheratopigmentazione per il cambio di colore degli occhi

 

A nostro avviso, i pigmenti che state per avere negli occhi devono essere certificati o, per meglio dire, devono avere un processo di produzione adeguato e devono essere considerati un dispositivo medico.

Il vostro chirurgo, quando vi fornisce un preventivo o un consulto per la vostra cheratopigmentazione, deve informarvi sulla marca, sulla certificazione e sui precedenti dei pigmenti dei vostri occhi. Devono essere pigmenti medici, devono essere affidabili, devono avere un colore stabile che vi piace.

Nel 2024 sembra che ci sia un solo marchio affidabile con certificazioni e indipendente dalle cliniche (pigmento medico per tatuaggi realizzato specificamente per la chirurgia di cambiamento del colore degli occhi e per diversi chirurghi).

 

Pensereste a un intervento odontoiatrico senza conoscere la marca dell'impianto? Vi sottoporreste a un intervento al ginocchio senza sapere quale materiale invasivo esterno viene inserito nel vostro corpo? Lo stesso vale per la cheratopigmentazione: i pigmenti utilizzati sono un elemento fondamentale. Inserireste nella vostra testa migliaia di fibre artificiali esterne estranee, note come Biofibre, senza chiedervi se l'apparecchio è un dispositivo medico certificato e approvato dalle autorità farmaceutiche?

Il pigmento deve inoltre essere biocompatibile.

La cosa migliore è assicurarsi che i pigmenti utilizzati abbiano un'esperienza consolidata e siano stati usati in precedenza come dispositivi medici per tatuaggi.

Finora abbiamo notato che i pochi oftalmologi al mondo che offrono questo tipo di chirurgia per il cambio di colore degli occhi utilizzano pigmenti propri. Alcuni dicono che si tratta di un segreto, brevettato, altri dicono che si tratta di quel marchio ma è il loro marchio.

 

   Voglio saperne di più sull'intervento di cheratopigmentazione per il cambio di colore degli occhi

 

A nostro avviso, i pigmenti che state per avere negli occhi devono essere certificati o, per meglio dire, devono avere un processo di produzione adeguato e devono essere considerati un dispositivo medico.

  Quanto per una Cheratopigmentazione?  

Il vostro chirurgo, quando vi fornisce un preventivo o un consulto per la vostra cheratopigmentazione, deve informarvi sulla marca, sulla certificazione e sui precedenti dei pigmenti dei vostri occhi. Devono essere pigmenti medici, devono essere affidabili, devono avere un colore stabile che vi piace.

Nel 2024 sembra che ci sia solo una marca affidabile, certificata e indipendente dalle cliniche (pigmento medico per tatuaggi prodotto specificamente per la chirurgia di cambio del colore degli occhi e per diversi chirurghi).

Poiché ci sono poche cliniche al mondo che forniscono la giusta tecnica di cheratopigmentazione, vi consiglieremo e vi aiuteremo a trovare quella giusta.